Uno di voi mi ha scritto perchè gli hanno spezzato il cuore. Al cuore spezzato non c’è rimedio (immediato), ma c’è una cura ed è il Cinema. Così, per farle compagnia ho pensato per lei una ricetta d’amore che va bene per ognuno di voi. Si tratta di una terapia speciale, una terapia cinefila alle angherie sentimentali. Sopra le righe, decisamente.

1. Cacciare via tutte le lacrime

Anche se non lo diciamo mai apertamente, una delle cose migliori da fare è cry your heart out come recita una canzone che amo moltissimo. Per questo la prima fase della cura è a base di film che ci aiuteranno a piangere via tutte le lacrime che non siamo stati capaci di piangere, per svuotarci, letteralmente e sfogarci un po’. Suvvia, ammettialo, ci sono film che vediamo consapevolmente per “piangere un po’”.
  • Eternal sunshine of the spotless mind, Michael Gondry
  • Moulin Rouge, Baz Luhrmann
  • the perks of being wallflower, Stephen Chbosky
  • La La Land, Damien Chazelle

 

2. Vaffanculo, sei uno stronzo/a!

Dopo c’è la fase dell’odio. é naturale, non allarmatevi. Un cinefilo sa sfogare a pieno la rabbia in film cinici dove l’amore è raccontato come una robetta oscena e insulsa oppure in grandi vendetta in nomi di presunti “amori” di un tempo. Il suo cuore è un piatto che dovete gustare freddo.

  • Kill Bill vol. I e II, Quentin Tarantino
  • 500 giorni insieme, Marc Webb
  • Gone girl, David Fincher
  • I diabolici, Henri-Georges Clouzot

 

3. 10 donne per me posson bastare

Arriva, poi, la fase del “chiodo scaccia chiodo”. Pieni di odio per il/la nostro/a ex decidiamo – sospinti da una serie di cattivi consigli a fin di bene dei nostri amici – di uscire con qualcun altro. Solo per divertirsi, solo per non pensarci. Perchè, diamine, la prossima volta che mi incontrerà per strada si mangerà le mani!
  • The rocky horror picture show, Jim Sharman
  • Kiki e i segreti del sesso, Paco Leon
  • Jamon Jamon, Juan José Bigas Luna
  • Cruel intentions, Roger Kumble

 

4. Riparto da me

La rabbia è diventato una fredda consolazione e il sesso consolatorio ci ha lasciati un po’ più leggeri ma anche, forse, più vuoti. é arrivato il momento di concentrarci su di noi, di prendere un respiro profondo e andarci a prendere tutto quello che ci spetta perchè il mondo è in debito. Curare la nostra mente, i nostro corpo e riacquisire un po’ di quella fiducia in noi che l’altro ci aveva fatto mettere in discussione.

  • Attimo fuggente, Peter Weir
  • Cinderella man, Ron Howard
  • The big Kahuna, John Swanbeck
  • Mr Nobody, Jaco Van Dormael

 

5. L’amore è una cosa meravigliosa

Alla fine sì, l’amore è una cosa meravigliosa.

  • Il favoloso mondo di Amélie, Jean Paul Jeunet
  • Provaci ancora Sam, Woody Allen
  • Moonrise Kingdom, Wes Anderson
  • A colazione da Tiffany, Blake Edwards

0 0 vote
Article Rating